Carnevale di Venezia: consigli utili

È il Carnevale per eccellenza, quello tutto maschere, abiti sfarzosi, pazza folla: parliamo del Carnevale di Venezia. Ogni anno nella Laguna arrivano persone da tutto il mondo per partecipare a questa festa, riempiendo la città dove le strade sono scenografici canali d’acqua e dove le persone in maschera e i turisti convivono in un’atmosfera unica.
Vediamo alcuni consigli per festeggiare e qualche trucco per risparmiare e non farsi sopraffare dalla folla.

Carnevale di Venezia 2017: le date e gli eventi

Quali sono le date del Carnevale di Venezia? La festa si avvicina: le date per questo 2017 sono i 18 giorni che vanno da sabato 11 febbraio al 28 febbraio, Martedì Grasso e ultimo giorno di Carnevale.
Anche per questo Carnevale di Venezia 2017 si parte con la “Festa Veneziana” sull’acqua, una sfilata con giochi di acqua e luci che si svolge sabato 11 febbraio 2017 alle 18, con replica alle 20, sul Rio Cannaregio.
Dedicata alla bellezza femminile, il sabato prima di Giovedì Grasso, sabato 18 febbraio, si svolge la “Festa delle Marie”. In origine era l’omaggio del Doge di Venezia a dodici fanciulle di umili origini, premiate con gioielli che sarebbero serviti come dote per sposarsi. Oggi è un concorso di bellezza di ragazze veneziane in costumi storici che sfilano arrivando alle 16 in Piazza San Marco.

L’evento probabilmente più famoso è il “Volo dell’Angelo” a mezzogiorno della domenica antecedente Giovedì Grasso (il 19 febbraio 2017). La Maria vincitrice dell’anno precedente (nel 2017 l’Angelo è Claudia Marchiori), legata a un filo, vola dal Campanile di San Marco sulla folla in Piazza. Lo spettacolo è gratuito, ma la folla è molto fitta.
Giovedì Grasso sempre in piazza San Marco viene riproposto il “Taglio della Testa al Toro”, che ricorda un tentativo represso di insurrezione nel XII secolo. Una volta sfilavano un toro e dodici porci (rappresentanti i ribelli) che venivano sbeffeggiati e il tutto si concludeva con la decapitazione del toro, oggi fatto di cartapesta.
Altri eventi sono lo “Svolo dell’Aquila” a mezzogiorno della domenica di Carnevale (26 febbraio 2017) con ospiti famosi, e lo “Svolo del Leon”, che a Martedì Grasso (28 febbraio 2017 alle 17) chiude il Carnevale con un tributo al leone alato di San Marco, rappresentato in un gonfalone lanciato in volo sopra al pubblico in Piazza San Marco.
Vi piace inoltre mettervi in maschera? Durante il Carnevale a Venezia c’è il concorso che sceglie quelle più belle.
Oltre agli appuntamenti più noti, ci sono numerosi altri eventi in diversi luoghi della città lagunare.
Ogni Carnevale ha un tema e un “titolo”. Quello del 2017 è “Creatum”, poiché incentrato sulle origini di Venezia, sottotitolo “Vanity (af)fair”, che indica la voglia di apparire, di essere qualcun altro, di “strafare”. Coerentemente con il titolo, Piazza San Marco ospiterà gli artigiani i quali racconteranno la storia di Venezia con i loro mestieri: “maschereri”, liutai, vetrai, sarti.
Il sito del Carnevale di Venezia, con le date, il programma e le informazioni utili, è www.carnevale.venezia.it.

I costumi e i balli in maschera al Carnevale di Venezia

Il Carnevale a Venezia è fatto di elementi imprescindibili: maschere che si fanno ammirare e fotografare per calli, campi e campielli (quello di Venezia è un Carnevale senza carri allegorici, ricordiamo); eventi antichi come il “Volo dell’Angelo”; balli nei palazzi storici.
Per chi vuole mascherarsi, la fantasia è un buon alleato. Ma se si amano gli abiti sfarzosi ispirati al Settecento, bisogna sapere che sono molto costosi; una alternativa relativamente economica è l’affitto.

Uno dei temi ispiratori delle maschere è il Settecento. Il Secolo dei Lumi a Venezia fu invece un periodo di sfarzo e insieme di decadenza della Serenissima, la cui parabola terminò con l’arrivo di Napoleone a fine secolo. Il Settecento a cui rimanda il Carnevale di Venezia è quelli dei libertini e di Casanova, delle parrucche e degli abiti folli, delle feste dove accadeva di tutto. Il Carnevale tuttavia è nato secoli prima (se ne hanno notizie addirittura verso l’anno mille) ed era l’occasione per ribaltare i ruoli mascherandosi: poveri e ricchi, religiosi e laici, sposati e no. Dalla fine del 1700, si prese una pausa di due secoli per rinascere solo nel 1979.
Unici al mondo sono i balli in maschera ospitati nei palazzi signorili veneziani. Ogni festa ha un tema e il costume è quasi sempre d’obbligo. Romanticismo, ricostruzione storica, danze, cibo gourmet e trasgressione: ci sono balli per ogni gusto. Sul web ci sono i programmi e si possono acquistare i biglietti che vanno da alcune centinaia a qualche migliaia di euro. Il più famoso è il “Ballo del Doge”, sabato 25 a Palazzo Pisani Moretta. Per capire di cosa parliamo e sognare un po’, si spulci il sito dell’organizzazione.

Consigli per godersela, sopravvivere alla folla e risparmiare

Sì, perché il Carnevale a Venezia è magico, unico, affascinante… e quindi affollatissimo! Arrivano migliaia di persone, compresi cinesi, americani, russi e giapponesi, e vengono addirittura istituiti sensi unici per i pedoni. Tuttavia, con qualche accorgimento, si riesce a godere dello spettacolo.

Aspettando il prossimo… #CarnevaleVenezia2017 💙

Una foto pubblicata da Carnevale di Venezia 2017 (@venice_carnival_official) in data: 10 Mar 2016 alle ore 05:39 PST

Quando organizzare?

Il Carnevale di Venezia richiama persone da tutto il mondo, quindi per alloggio e trasporti prima si decide e meglio è.

Dove alloggiare?

Se cercate alberghi, b&b e hotel a Venezia durante il Carnevale, dovreste farlo con un po’ d’anticipo. Se avete tardato e non avete trovato quello che fa per voi, potreste cercare un hotel a Mestre, o comunque appena fuori Venezia, e poi utilizzare il treno e i mezzi, molti dei quali hanno anche corse notturne.

Con quale mezzo arrivare?

Il consiglio è di venire in treno fino alla stazione di Venezia Santa Lucia, dove prendere il vaporetto o raggiungere Piazza San Marco a piedi. A Venezia naturalmente non girano auto. Per chi preferisce arrivare con la macchina ci sono due grandi parcheggi (Piazzale del Tronchetto e Piazzale Roma). Il costo viaggia sui 25 euro al giorno e per il Carnevale è consigliabile prenotare on line. In alternativa ci sono parcheggi fuori città (Mestre, Marghera, San Giuliano, Fusina, Tessera, Ca’ Noghera); poi si può raggiungere il centro di Venezia con un autobus dell’Actv.

Come muoversi?

Il modo migliore per visitare Venezia durante il Carnevale (e non solo) è a piedi. Altrimenti c’è il vaporetto (circa 7 euro la corsa; da valutare il giornaliero da una ventina di euro).

Quando andare?

Bel dilemma: evitando il fine settimana c’è meno ressa, ma gli eventi principali del Carnevale di Venezia sono nei giorni di maggior afflusso.

Come risparmiare?

Venezia è un museo a cielo aperto con evidenti difficoltà logistiche tutto l’anno, se poi aggiungiamo il Carnevale, si comprende perché i prezzi sono elevati. Tuttavia teniamo conto che per il Carnevale non si paga alcun biglietto (esclusi spettacoli teatrali e feste) e tutti gli eventi pubblici per i calli e in Piazza San Marco sono gratuiti.
Un consiglio è quello di acquistare il city pass Venezia Unica, che comprende trasporti, musei, chiese, servizi igienici (costano anche questi). Si può acquistare on line caricando i servizi scelti. Si risparmia ed è comodo.

Oltre al Carnevale, che fare?

Se si è stanchi delle maschere, c’è l’imbarazzo della scelta: la Basilica di San Marco e il Palazzo Ducale, la Galleria dell’Accademia, il Ponte dei Sospiri, il ghetto ebraico, l’arte contemporanea al Guggenheim. Qui abbiamo parlato delle 10 cose da fare assolutamente a Venezia.

Cosa mangiare?

Venezia è turistica e quindi prezzi e menù sono spesso omologati e cari. Tuttavia fuori dal centro si possono cercare locali e “bacari” (osterie veneziane) dove assaggiare antipasti a base di baccalà, sarde in saor e acciughe bevendo un’ombra (bicchiere di vino bianco).

  1. A carnevale c’è sempre “un po’ ” di confusione in città a Venezia… è sempre meglio partire già ben organizzati, altrimenti si rischia di farsi trascinare dalla folla :)
    ottimi consigli, se vuoi passa a dare un occhiata alla nostra piattaforma, ci sono informazioni su venezia a 360 gradi!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vuoi essere sempre informato?
Non perderti i nostri articoli e tutte le novità per i tuoi viaggi!