Cosa mangiare in India?

5 piatti della cucina indiana assolutamente da provare almeno una volta nella vita

L’India è un paese che oltre a essere ricco di storia e cultura, è anche vastissimo: un sub-continente con tre fasce climatiche diverse e anche i piatti tradizionali riflettono la varietà del territorio con un’ampia diversità tra loro. Se si pensa che la cucina indiana sia solo Chicken Tikka Masala o Palak Paneer, è necessario fermarsi un attimo e pensare di nuovo, perché non solo alcuni piatti del nord non si trovano al sud e viceversa, ma lo stesso piatto ha ricette diverse a seconda che ci si sposti da est a ovest all’interno del paese.
Generalmente al nord e all’ovest vengono prediletti piatti cremosi e ricchi di salsa, mentre al sud gli ingredienti principali diventano i semi, varie spezie e i pomodori che vengono serviti come accompagnamento ai piatti principali.spezie indiane

Palak Paneer

Già l’ho citato: il Palak Paneer è il primo piatto in questa lista semplicemente perché è il mio piatto preferito di tutta la cucina indiana: c’è qualcosa di semplicemente perfetto nel Palak Paneer, gli ingredienti si fondono insieme perfettamente e le spezie li esaltano senza coprirne il sapore.
Inoltre la semplicità di preparazione della ricetta permette di ricrearlo anche da noi, perché l’ingrediente principale , il paneer, cioè il formaggio, si può trovare in alcuni negozi etnici, oppure in alternativa si può utilizzare la ricotta dura o il tofu per chi cerca un piatto vegano.
Il Palak Paneer è un piatto tipico dell’India del nord a base di piccoli pezzi di formaggio che vengono prima rosolati leggermente in una padella con un filo d’olio di semi e successivamente “annegati” in una vellutata di verdura ottenuta da spinaci e pomodori lessati. Il tutto viene arricchito con le spezie, curcuma, zenzero e cumino.

Dosa

Il piatto preferito per chi è attento alla dieta (e per chi deve mangiare senza glutine) ma non vuole rinunciare al sapore è sicuramente il Dosa, un piatto tipico del sud dell’India e molto amato dagli indiani come prima colazione. Il Dosa è una specie di pancake croccante, ottenuto da riso basmati e lenticchie e che viene riempito, nella sua forma più classica, da patate schiacciate e un misto di spezie (da cui prende il nome di Dosa Masala).

Come si mangia il Dosa? Generalmente il Dosa viene mangiato con la mano destra (la mano sinistra in India non viene mai utilizzata per mangiare), e viene utilizzato per “fare scarpetta” nel Sambar (un altro piatto tradizionale a base di legumi molto popolare nel sud del paese e in Sri Lanka) e poi viene messo in bocca. Se non vi piace l’idea di mangiare con le mani (un peccato perché il gusto del cibo indiano mangiato con le mani ha un sapore migliore) si può chiedere un cucchiaio.
Il Dosa può essere mangiato con varie salse diverse (è lo street food per eccellenza), insomma non c’è limite alla fantasia (e al sapore)!

Thali

Il Thali in realtà non è un piatto unico, ma sono tanti piccoli piatti diversi generalmente presentati serviti su una foglia di banano o in piccole ciotole di metallo (chiamate katori) appoggiate su un piatto più grande.
L’idea dietro questo piatto è quella di poter gustare tanti sapori diversi e tanti piccoli piatti in uno contemporaneamente: salato, dolce, piccante, amaro e aspro.
Il Thali generalmente viene accompagnato da una grossa ciotola di riso o Roti (un tipo di pane indiano) e alla fine del pranzo (se c’è ancora spazio nello stomaco!) viene servita delle frutta fresca.
I piatti che formano il Thali non sono elencabili perché cambiano a seconda della regione dell’India in cui ci si trova, ma è possibile chiedere una scelta solo vegetariana oppure no e generalmente sono tipo all-you-can-eat cioè ne danno finché se ne chiede.thali cucina indiana piatti

Lassi

L’India è una paese ricco di storia e di cultura e la cucina indiana è conosciuta in tutto il mondo. Ma non solo i piatti sono famosi: anche le bevande. Per questo ho inserito il Lassi in questo mio post.
Il Lassi è una delle bevande più tradizionali in tutto il paese ed è una bevanda a base di yogurt, spezie, acqua e frutta. Ci sono tantissimi tipi di Lassi: si va da quello dolce e fruttato, come il Mango Lassi (il mio preferito!) che contiene appunto frutta e zucchero, fino al Lassi salato alla menta.
Per capire quanto il Lassi sia amato dagli indiani basta pensare che in alcune religioni il Lassi zuccherato con il miele viene utilizzato durante i rituali religiosi.

Pork Vindaloo

Il Vindaloo è un piatto originario della zona di Goa e nella sua ricetta rispecchia la grande influenza che la cultura portoghese ha avuto sull’area. Anche del Vindaloo ci sono ricette che variano molto da zona a zona.
Il Vindaloo classico non è servito con patate (anche se la parola aloo in Hindi significa appunto patata), mentre in alcune zone esse vengono utilizzate insieme all’agnello e/o al pollo.
In Goa, la ricetta originale è composta da carne di maiale (che viene marinata anche per un giorno intero) servita con una salsa di aglio, aceto e chili piccante.
Alla fine di ogni pasto in India viene servito dell’anice mescolato a grani grossi di zucchero e finocchietto: non spaventatevi, non è così terribile e ne basterà una piccola manciata per favorire la digestione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vuoi essere sempre informato?
Non perderti i nostri articoli e tutte le novità per i tuoi viaggi!