I migliori eventi gastronomici in Piemonte

Perdersi in Piemonte tra i filari dei vigneti e le splendide colline culla di prestigiosi vini...

Ci sono mete turistiche in Italia appetitose e di nicchia che offrono esperienze da vivere e da gustare sia con gli occhi che con il palato.

Le Langhe ed il Roero sono due di queste, con il loro territorio dal forte appeal turistico. Basano la loro nomea non solo sullo splendido paesaggio, patrimonio dell’umanità protetto dall’UNESCO, ma anche sui prodotti gastronomici d’eccellenza, senza dimenticarsi delle sagre che completano un’offerta turistica diversificata su cultura, arte, natura e attività all’aria aperta.

A livello gastronomico il Piemonte è una regione a tutto tondo: la tradizione langarola è ricca di piatti tradizionali partendo dagli innumerevoli antipasti proseguendo con la pasta, i tajarin e i ravioli del “plin” e continuando con la carne cruda di Fassona, i formaggi DOP, i dolci a base di nocciola Piemonte IGP, e per finire il Tuber magnatum Pico, ovvero Tartufo Bianco d’Alba. Il pasto viene annaffiato con ottimi vini di prestigio come Barolo, Barbaresco, Barbera, Moscato e il poco rinomato ma spettacolare Erbaluce di Caluso.

Inizia a venirvi l’acquolina in bocca? Ecco a voi una lista con qualche idea per organizzare un viaggio tra Langhe e Roero girando per sagre:

Santa Vittoria d’Alba

Saliscendi

Santa Vittoria d’Alba si differenzia dai comuni vicini per la sua pianura, all’interno della valle del Tanaro e per le colline con pendii ricoperti di vigneti, noccioleti e boschi. In questa splendida cornice si svolge, l’ultima domenica di maggio, Saliscendi una passeggiata su e giù per i colli durante la quale, di tappa in tappa, si può consumare un pranzo alternativo con portate composte da aperitivo, antipasto, primo, secondo, contorni, formaggio, dolce e sorbetto.
Nata nel 1990 come una passeggiata tra i filari dei vigneti dove i partecipanti potevano consumare la “merenda sinoira”, un abbondante spuntino a base di frittate salate e dolci che si protrae fino a diventare una cena, si è sviluppato negli anni in un pasto completo, incrementando portate e fama e diventando un evento di spicco e di attrattiva per la zona.

saliscendi Santa Vittoria d'Alba

Foto: Andrea Bernardi

Barolo

Vino e Collisioni

Nella suggestiva Barolo, ritrovo degli appassionati dell’omonimo vino, viene ospitato ogni anno il Festival AgriRock Collisioni. Nelle piazze del comune incontri, dialoghi con premi Nobel e star della musica italiana e internazionale, conditi con buona musica e arte e ovviamente buon cibo. Un’ occasione da non perdere se vi trovate in zona a luglio.

Barolo Agri-Rock

Foto: Collisioni Festival

Torino

Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre

Una volta ogni due anni Torino ospita il Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre, un evento organizzato da Slow Food incentrato sulla divulgazione delle prelibatezze italiane e internazionali, delle tipicità, a volte sconosciute che si trovano vicino a casa, e la consapevolezza di ciò che portiamo sulle nostre tavole.
Svoltosi per anni all’interno di Lingotto Fiere nel 2016 decide di avvicinarsi ai consumatori e uscire allo scoperto organizzando per la prima volta un edizione a fine settembre (solitamente si svolgeva nel mese di ottobre) nel cuore di Torino (i luoghi scelti sono stati: il Parco del Valentino, il Borgo Medievale, Palazzo Reale, il Teatro Carignano, il Circolo dei Lettori e la Reggia di Venaria Reale)
Un occasione per condividere gli ideali di cibo “buono, pulito e giusto”, un evento nel quale è possibile incontrare personaggi di spicco e non provenienti da tutto il mondo, pronti a condividere esperienze, segreti e consigli per instaurare un rapporto umano e accrescere una cultura gastronomica e culinaria che risulta essere sempre più dinamica e in evoluzione.

Torino Fiera Terra Madre

Foto: Slow Food

Alba

Fiera del Tartufo Bianco d’Alba

Alba, oltre ad essere patria della più famosa crema di nocciole italiana nel mondo è anche rinomata come vetrina di una delle più importanti fiere dedicate al Tartufo, che si tiene in autunno.
Il tartufo, pregiato la tipologia bianca, è un fungo spontaneo, non coltivabile, che si inizia a raccogliere in tarda estate. Viene conservato in frigorifero e affettato molto fine, per sprigionare al massimo le sue proprietà organolettiche e va consumato crudo e mai cotto, essendo un condimento.

alba fiera del tartufo

Foto: Fiera del Tartufo

Carrù

Fiera del Bue Grasso

La fiera del bue grasso è un tradizionale appuntamento folkloristico della zona di Carrù. Chiudete gli occhi e immaginate ciò che vi sto per descrivere: le prime luci dell’alba che si alzano al freddo intenso del secondo giovedì antecedente il Natale, i migliori bovini di razza piemontese che vengono portati nel centro della cittadina di Carrù, le giurie che si mettono al lavoro e premiano, con le prestigiose gualdrappe, i migliori esemplari della razza e i festeggiamenti che seguono con scodelle di trippa e gran bollito di Carrù.
Far colazione con il bollito non è per tutti, ma quando preparato come vuole la tradizione si apre un mondo fatto di tagli, ornamenti e condimenti:

  • sette tagli di bovino: tenerone, scaramella, muscolo di coscia, stinco, spalla, fiocco di punta e cappello del prete;
  • sette “ornamenti”: testina di vitello, musetto, lingua, zampino, coda, gallina, cotechino e rolata;
  • almeno tre sui sette condimenti della tradizione: bagnetto verde, bagnetto rosso, cren, salsa al miele, marmellata di cipolle e senape.

    Fiera Bue Grasso Carrù

    Foto di Andrea Bernardi

Bra

Cheese e Slow Food

A Bra, città quartier generale del movimento Slow Food, ogni due anni a settembre si svolge Cheese, una manifestazione a ingresso libero focalizzata sui prodotti lattiero caseari per scoprire in quattro giornate tutte le forme che può avere il latte.
Tra le vie e le piazze del centro storico di Bra si possono trovare il Mercato dei Formaggi, la Casa Slow Food, la Gran Sala dei Formaggi e l’Enoteca, la Casa e la Piazza della Biodiversità, la Piazza della Pizza, le Cucine di strada, la Piazza della Birra e i Food Truck, la Libreria del Gusto e tanti luoghi di incontro, approfondimento e accoglienza per tutti gli appassionati dell’enogastronomia.

Cheese Bra

Foto: Slow Food

Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vuoi essere sempre informato?
Non perderti i nostri articoli e tutte le novità per i tuoi viaggi!