Norvegia, da Oslo a Capo Nord

Che cosa vedere in Norvegia? In questo post vi descriviamo un magnifico itinerario da Oslo, la capitale, a Capo Nord, a vedere il sole a mezzanotte.

La Norvegia è una destinazione che in ogni stagione dell’anno regala scenari pazzeschi e eventi imperdibili. Dal sole di mezzanotte all’aurora boreale, dai fiordi alle città pittoresche dove il tempo sempre essersi fermato.
Sono stata due volte in Norvegia e oggi voglio raccontarti i miei viaggi formando una sorta di itinerario per andare da Oslo a Capo Nord.

Sommarøy Norvegia

Foto di Sara Boccolini

Oslo

Oslo, capitale della Norvegia, si può raggiungere con un volo low-cost con tariffe molto favorevoli se ti organizzerai per tempo.
La città è a misura d’uomo e i mezzi di trasporto, come capita spesso nelle città del nord, sono efficienti e comodissimi per arrivare ovunque :)

Ti suggerisco ti acquistare la Oslo Pass, per risparmiare denaro e per avere tante agevolazioni, e di rivolgerti all’ente del turismo per prendere parte a una visita a piedi della città.
L’affascinate Oslo ti regalerà scorci meravigliosi e attrazioni imperdibili! Oltre al Centro Nobel per la Pace, al Palazzo Reale, al Duomo, al Parlamento e al Teatro Nazionale, tante sono le tappe che ti consiglio di fare in città.

Oslo è la patria di Munch, pioniere dell’espressionismo internazionale, perciò non perderti il Museo Munch dove potrai ammirare opere che hai visto sui libri di storia dell’arte durante la scuola. Per rimanere a bocca aperta, come me, davanti all’opera più famosa dell’artista, L’Urlo, recati anche alla Galleria Nazionale [esistono diverse versioni di questa opera e le altre si trovano nel museo di Munch di Oslo, a Stoccolma in una fondazione e negli Stati Uniti presso abitazioni di privati].

Per continuare il tour culturale a Oslo la prossima tappa che devi fare è il Vigeland Park. Un parco che custodisce oltre 200 sculture di bronzo, granito e ferro battuto di Gustav Vigeland. Percorrendo il parco ti accorgerai che queste sculture rappresentano il ciclo della vita, dalla nascita alla morte.

Oltre ad essere la patria di Munch e la città dove viene consegnato il Premio Nobel per la Pace, Oslo è anche sede di cultura grazie al Museo delle navi vichinghe e all’Opera House. Una struttura che ti lascerà senza parole per la sua bellezza e la sua architettura. Fatta con marmo bianco di Carrara, l’Opera House è sede dell’Opera e del Balletto Norvegese.

opera house oslo

Foto di Sara Boccolini

Ma prima di lasciare Oslo concediti anche una tappa cool e divertente! L’Ice Bar, dove bere un drink sarà un’impresa …visto il freddo 😉 Un’atmosfera sorprendente ti accoglierà in Kristian IV’s gate 12! Un luogo tutto da scoprire e da vivere.

ice bar oslo

Foto di Sara Boccolini

Norvegia Orientale

Proseguendo il tuo viaggio, dopo aver salutato Oslo, ti suggerisco di andare verso la Norvegia Orientale. La natura incantata e i paesaggi fiabeschi di questa zona ti lasceranno senza parole. Dimentica il caos e il traffico della città, verrai catapultato in una dimensione parallela dove tutto si muove ai ritmi della natura.

norvegia natura

Foto di Sara Boccolini

Le regione di Østfold, situata al confine con la Svezia, ti riempirà di pace la mente. Dopo aver raggiunto questa successiva tappa con un treno da Oslo, non dimenticarti di inserire nel tuo itinerario Fredrikstad, Moss, Halden, Sarpsborg e le Hvaler Islands.

Cosa si può fare da queste parti?
Durante il tuo viaggio, verrai letteralmente investito da tantissimi spunti e idee. Ad ogni angolo ti verrà una nuova ispirazione.
Un tour sulle orme di Munch, una visita a micro birrifici con tanto di degustazione di birra artigianale, una tappa ai musei marittimi della zona, una full immersion all’Inspiria Science Center, una sosta nella casa dell’esploratore polare Roald Amundsens…e poi ancora andare alla scoperta di resti rupestri e di pitture antiche, ammirare la più grande collezione di spade della Norvegia, restare minuti interi a fissare il grazioso porticciolo di Halden, visitare la fortezza Fredrikstone.
Un mondo dove il tempo sembra essersi fermato, dove non è importante seguire dei ritmi ben scanditi, dove lentamente si apprezza con più gusto e rispetto l’ambiente circostante.

Se vuoi continuare a sognare nella Norvegia Orientale esistono delle isole dove la magia del silenzio e la tranquillità del panorama ti doneranno benessere. Queste sono le Hvaler Islands, nome che tradotto prende il significato di balene, in quanto la loro superficie assomiglia proprio ad un branco di balene che nuotano. 833 isole, alcune quasi completamente disabitate, sono la location ideale per le vacanze estive dei norvegesi e degli svedesi che hanno il cottage in questo luogo ai confini del mondo o di chiunque abbia voglia di una esperienza a contatto completo con la natura.
La natura la fa, infatti, da padrone in un mondo magico e surreale. La più grande di queste isole è Vesterøy mentre il paese più attrezzato, turisticamente parlando, è Skjærhalden a Kirkøy. Qui troverai, in estate, anche la sede dell’ente del turismo di Hvaler dove potrai reperire tutte le informazioni necessarie per la tua vacanza green.
Da qui un traghetto effettua corse giornaliere per le isole di Søndresandøy, Nordresandøy e Macøya. Baciato dal sole resta ad ammirare il paesaggio che ti circonda mentre un mix di colori e luci ti accompagneranno in questa fiaba norvegese.
Gli amanti della natura qui troveranno il loro paradiso tra birdwatching, avvistamento di foche, immersioni, trekking, escursioni in bici e relax in spiaggia.

Hvaler Islands Norvegia

Foto di Sara Boccolini

Tromsø

Dopo aver lasciato il cuore nella Norvegia Orientale è giunto il momento di puntare verso nord e continuare il nostro viaggio. Nel mezzo ci sarebbero tante altre tappe da fare nella Norvegia Occidentale ma per queste necessita un altro viaggio 😉
Proseguendo via terra o prendendo un volo interno da Oslo si raggiunge Tromsø, la Parigi del Nord. Una graziosa cittadina che ha rapito il mio sguardo sin dal primo momento. Atmosfera vivace e gioiosa in questa città universitaria del nord, detta anche Capitale dell’Artico.
Io sono passata di qua in estate durante il magico fenomeno del sole di mezzanotte [18 maggio-25 luglio]. Un’esperienza difficile da raccontare e impegnativa da vivere :)
Dico impegnativa in quanto andare a letto con il sole fuori che splende e la luce che entra dalle finestre … non è il massimo per cadere in un sonno profondo. Si resta in bilico tra realtà e sogni ma è proprio questo che rende ancora più magica e imperdibile questa esperienza norvegese.

sole di mezzanotte norvegia

Foto di Sara Boccolini

Abbracciata dalle Alpi di Lyngen, Tromsø è ricca di bar, ristoranti, locali e festival. Annoiarsi da queste parti con il sole h24 è impossibile!

tromso norvegia

Foto di Sara Boccolini

Cosa si può vedere e fare a Tromsø?

  • Cable car: un’esperienza formidabile che ti permetterà di salire con una funivia fino a 421 metri sopra il livello del mare, sul promontorio di Storsteinen, e ammirare la città dall’alto. Da quassù il panorama sembra dipinto e la città si riflette nell’azzurro del mare. Raggiungendo la vetta ti ritroverai anche nella location perfetta per ammirare il fenomeno del sole di mezzanotte!
  • Cattedrale Artica: è una cattedrale la cui architettura si ispira alla natura dell’Artico. Durante l’inverno, quando a Tromsø si assiste al fenomeno dell’aurora boreale [28 novembre-15 gennaio], la cattedrale si illumina con i colori di questo fenomeno! All’interno, durante tutto l’anno, si svolgono concerti e, in estate, potrai assistere a quelli di mezzanotte, dedicati al fenomeno del sole, proprio come ho fatto io.
  • Polaria: un museo che ti farà percorrere un viaggio sensoriale. Al suo interno, oltre che acquari e una piscina con le foche, potrai vedere il documentario In the Land of the Northern Light: per provare ad immedesimarti nel fenomeno dell’Aurora Boreale! Pura magia davanti ai tuoi occhi.
  • Birrificio Mack Olhallen: lo sai dove ti trovi? Sei nella birreria, con birrificio proprio, più a nord del mondo! Qui potrai gustare la birra artigianale Mack e fare un tour del birrificio.

Altre tappe che ti suggerisco di fare, in base ai giorni che avrai a disposizione per visitare Tromsø, sono: il Tromsø University Museum per documentarti sulla storia della cultura Sami; The Polar Museum per rivivere la spedizioni polari; la Tromsø Lutheran Cathedral e, fuori città, il Polar Park.

A circa un’ora di macchina si trova Sommarøy, l’isola dei colori accecanti! Il turchese del mare, il bianco delle spiagge, il verde della natura selvaggia fanno da sfondo a un luogo incantato, ideale per gli amanti del trekking!

Norvegia del Nord

Oltre a Tromsø, la Norvegia del Nord è ricca di altre località che vale davvero la pena visitare! Scorci pittoreschi e scenari preziosi fanno da sfondo a una natura incontaminata e a paesini suggestivi.
Alta, Honningsvåg e Capo Nord: qui dove tutto sembra tranquillo e dove il mondo sembra avere gli occhi a cuoricino. Un paese perfetto per anima e mente che sinuose danzano verso il benessere.

Alta, un paese protetto dai fiordi norvegesi, è la patria di culture differenti. Anche questa località è perfetta per ammirare il sole di mezzanotte e l’aurora boreale. Fai una passeggiata verso le colline e, ammirando il Mare di Norvegia, lasciati cullare dal vento.
In centro è situata, invece, la magica Cattedrale di titanio, superficie perfetta per i raggi del sole che si specchiano e lanciano arcobaleni di riflessi nell’aria.

Alta Norvegia

Foto di Sara Boccolini

Ad Alta, presso il World Heritage Rock Art Centre – Alta Museum, sono anche conservate le incisioni rupestri che, dal1985, fanno parte della lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO.

Per raggiungere Honningsvåg via terra si attraversano strade che costeggiano il Mare del Nord, il paesaggio muta ad ogni curva e, se sarai fortunato come me, avrai anche la possibilità di incontrare delle dolci renne lungo il cammino. Di nuovo, anche qui, ti verrà da dire: “mi hai rubato il cuore”. In Norvegia è veramente difficile non innamorarsi 😉
Honningsvåg è un villaggio di pescatori che, insieme ad altri quattro, forma l’isola di Magerøya. In questa zona organizzano anche i King Crab Safari con tanto di giro in barca e cena a base di granchio reale inclusa.
Un’altra attrazione di Honningsvåg è l’Artico Ice Bar. Qui dove la magia del Natale sembra non abbandonare mai queste terre, qui dove tutto sembra un addobbo, qui dove potrai sognare ad occhi aperti: è situato questo bar che ogni anno viene distrutto e ricostruito di nuovo!

Capo Nord

Da Honningsvåg, con un bus di linea, si può raggiungere Capo Nord, ideale per piangere di gioia ammirando il sole di mezzanotte [dal 14 maggio al 29 luglio].
Questo fenomeno naturale regala emozioni infinite mentre tu rimani lì a fissare un tramonto che magicamente si trasforma in alba.
A Capo Nord ti ritroverai con altre centinaia di persone venute da ogni dove per ammirare il sole di mezzanotte. In pochi minuti ti sentirai parte di una grande famiglia, scambierai sorrisi con sconosciuti e scatterai infinite foto a questa immagine che rimarrà nella tua mente per sempre.
La sensazione di libertà che ti farà sentire un eroe ai confini del mondo, non lontano dal Polo Nord, si impossesserà del tuo animo ribelle e la stanchezza passerà in secondo piano.

capo nord norvegia

Foto di Sara Boccolini

Da Oslo a Capo Nord, un itinerario di viaggio che vale la pena di essere vissuto con il cuore che batte ai ritmi della natura e con la mente che, lentamente, vola lontana leggera e pacifica.

È giunto il momento di far diventare realtà i propri sogni.
Buon viaggio in Norvegia!

norvegia cosa visitare

Foto di Sara Boccolini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vuoi essere sempre informato?
Non perderti i nostri articoli e tutte le novità per i tuoi viaggi!