Visitare Bangkok è semplice se sai come farlo

Bangkok è la capitale della Thailandia e come tutte le metropoli del Sud-Est asiatico, ha tutte le carte in regola per lasciarvi senza parole, specie se siete al primo viaggio in Asia. È infatti uno tra i maggiori centri urbani del mondo con più di 15 milioni di abitanti. La confusione, il clima tropicale e il jet-lag non possono che trascinarvi in un meraviglioso shock culturale che non dimenticherete tanto facilmente. I colori e gli odori faranno il resto.

Ecco qualche consiglio per la vostra prima volta a Bangkok.Bangkok-super

Quando andare

La Thailandia ha un clima tropicale: caldo, umido e monsonico. L’anno si divide in due stagionil’estate, che va da maggio a ottobre, è umida e piovosa; l’inverno, da novembre ad aprile, è secco.

Il periodo ideale per andare in Thailandia è quello che va da novembre a febbraio, per evitare il caldo torrido e le piogge frequenti. Per chi visita solo il sud anche il periodo da marzo a maggio è indicato, mentre all’interno le temperature sono molto alte.

Come arrivare

Dall’Italia ci sono voli giornalieri per Bangkok e la Thailandia: voli diretti partono dai principali aeroporti.

Da e per l’aeroporto

Airport Express è una rete di linee di autobus dedicate esclusivamente al collegamento dell’aeroporto con la città di Bangkok.

Il vostro hotel potrà prenotare per voi dei minibus. Il prezzo è leggermente più alto, ma verranno a prelevarvi direttamente in hotel.

Sono attive due diverse linee dello Skytrain: la linea Express Service è quella più veloce e collega l’aeroporto al City Air Terminal, una fermata della metropolitana di Bangkok, percorrendo la distanza di 28 km circa in 15 minuti. La city line, invece, effettua anche delle fermate ma arriva comunque al City Air Terminal in meno di mezz’ora.

taxi sono una soluzione economica per muoversi, ma il traffico non renderà certo veloci gli spostamenti.

Come muoversi

Per gli spostamenti all’interno della città, la metropolitana è una buona soluzione, economica e veloce, in quanto il traffico stradale. È attiva dalle 6 della mattina alle 24, le corse partono ad intervalli di 7 minuti, fatta eccezione per le ore di punta durante le quali la frequenza aumenta.

Per ammirare la città anche durante gli spostamenti, l’ideale è lo Skytrain. Anche questo treno sopraelevato è un jolly consente di evitare il traffico.

Non si può fare un viaggio in Thailandia senza farsi un giro su un tùk tùk, il folkloristico taxi a tre ruote assurto ormai a simbolo della città. Starà a voi però contrattare prezzi equi.
I motortaxi sono forse il mezzo più veloce per compiere tragitti brevi, ma allo stesso tempo anche il più pericoloso. Il traffico, a Bangkok, non ha regole e questi piloti di motorette non avranno nessun riguardo della vostra incolumità.
Forse sanno quello che fanno, ma a vederli guidare, proprio non si direbbe!

tuk tuk Thailandia

Che cosa vedere

Palazzo Reale

Il Grande Palazzo Reale, situato nel centro di Bangkok, è un enorme complesso che racchiude all’interno delle sue altissime mura bianche circa cento edifici regali e religiosi su di una superficie di 94 ettari. All’interno di questo enorme complesso c’è il vero e proprio Palazzo Reale, utilizzato dai monarchi solo in occasione di cerimonie ufficiali come per esempio l’incoronazione.
La parte più importante di tutta la cittadella è il meraviglioso Wat Phra Kaew, letteralmente il Tempio del Buddha di Smeraldo il quale custodisce appunto, la statua di questa divinità. Il tempio, palladio della città di Bangkok e della monarchia thailandese, è meta di pellegrinaggi da tutto il paese e di visite da tutto il mondo. La statua del Buddha è collocata su di un altare rialzato e quasi si perde in mezzo alle decorazioni dorate, tra gli abiti di cui la vestono con solennità il re o l’erede al trono all’inizio di ogni stagione.

Il cortile esterno in passato ospitava il ministero del Tesoro e della Guardia Reale, mentre quello centrale racchiude il Chakri Mahaprasad, l’edificio più grande di tutto il complesso. Questa enorme stanza, voluta da Rama V in uno stile tra il rinascimentale italiano ed il thailandese classico, ospitava la Sala del Trono dove il re dava udienze e riuniva la corte. Il cortile interno è quella zona dove l’ingresso, in passato, era consentito solo alle donne: mogli, concubine e figlie del sovrano, unico uomo a potervi entrare. Anche la guardia di quest’area era affidata a combattenti di sesso femminile.palazzo reale bangkok

Thonburi

Thonburi è la provincia che si estende sulla riva destra del fiume Chao Phraya ed seppure non vi siano attrazione particolarmente eclatanti è la zona ideale per passeggiare senza meta e perdersi per le sue vie. Meravigliosi anche i suoi canali, in particolare Khlong Bangkok Noi e Khlong Bangkok Yai sono suggestivi a tal punto che vi sembrerà di essere tornati indietro nel tempo, ad una Bangkok che viveva sull’acqua mostrando tutto il suo splendore.

La moderna Bangkok

Bangkok la si visita per il suo affascinante passato, perdendosi tra i templi, i canali ed i mercati. Ma questa metropoli ha anche un aspetto moderno, che vi accoglierà arrivando in aereo con i suoi grandi grattacieli illuminati: la skyline della moderna Bangkok non ha infatti nulla da invidiare a quella delle grandi metropoli statunitensi.

Situata ad est della ferrovia, seppur non abbia aspetti culturali a renderla particolarmente attraente, è comunque una parte della città da vedere. Centro economico del paese, qui si trovano enormi centri commerciali dove potrete sbizzarrirvi nello shopping e trovare hotel moderni e ristoranti di lusso, oltre alle ambasciate stranire, palazzi vittoriani e numerose chiese cattoliche.Bangkok

Altri templi

I templi da visitare a Bangkok, per chi è appassionato di questo tipo di costruzioni religiose, sono davvero tantissimi. Wat Arun, chiamato anche Tempio dell’alba per i meravigliosi effetti che regala in questo momento della giornata, è un altro complesso che racchiude al suo interno diverse strutture. La parte più bella è la sua torre alta 82 metri decorata da motivi floreali sapientemente realizzati da splendidi mosaici.
Il Wat Pho è un tempio antichissimo che custodisce la più vasta collezione di buddha ed il più grande Buddha disteso di tutta la Thailandia – alto 15 metri e lungo 46 – completamente ricoperto d’oro con i piedi in madreperla. Al suo interno si trova il centro di medicina tradizionale thailandese, con una scuola pubblica dedicata al celebre massaggio thailandese. Passeggiando all’esterno della scuola infatti si possono trovare incisioni che illustrano le pratiche di massaggio e posizioni yoga. Wat Saket è un tempio fatto costruire da Rama III sulla Montagna Dorata. Dalla cima di questa montagna, raggiungibile attraverso una scalinata fiancheggiata da una fitta vegetazione, si può godere la migliore vista di Bangkok.

Consigli utili

  • Ricordate che in Thailandia si guida a sinistra!
  • Documenti necessari: passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. Portatelo il passaporto sempre con voi, per eventuali controlli da parte della polizia.
  • Per una permanenza superiore ai 30 giorni è necessario munirsi di un visto, che va richiesto al momento dell’arrivo presso l’Ambasciata italiana presente in loco oppure al Consolato thailandese in Italia.

Eventi da non perdere

Il Songkran è la principale festa thailandese e si svolge verso la metà di aprile. È una celebrazione legata alla religione buddhista che riscuote la partecipazione di gran parte della popolazione. In questa occasione si lavano le statue del Buddha e si onorano i monaci e gli anziani. L’acqua è l’elemento principale di questa festa, le onorificenze infatti vengono fatte spruzzando dell’acqua e la festa tradizionalmente finisce con una vera e propria “battaglia d’acqua“. Partecipare a questo rito è davvero divertente, perchè nessuno viene risparmiato dall’essere completamente bagnato.

Il riso, fonte principale di sostentamento del paese, è il protagonista di tantissime celebrazioni che si svolgono tra settembre e maggio, periodo del raccolto. L’apertura della stagione delle risaie è una solenne cerimonia che viene celebrata ad inizio maggio dal Re, con un rituale bramano in un campo a Bagkok.
Sempre nello stesso periodo, nel nord est del paese, si svolge la Festa dei Razzi. Per indurre il cielo a provocare le piogge necessarie alla coltivazione del riso vengono sparati dei razzi di bambù.

In autunno, in corrispondenza del nono mese lunare del caledario cinese, si svolgono nelle città di Phuket e a Trang le Giornate Vegetariane: i buddhisti cinesi, per nove giorni, devono purificarsi nel corpo e nello spirito attenendosi ad una dieta vegetariana ed astenendosi da ogni vizio. Le celebrazioni caratteristiche consistono in processioni riti come la camminata sui carboni ardenti, l’arrampicata sulla scala con le lame, la balneazione nell’olio bollente e la flagellazione.

Nel terzo fine settimana del mese di novembre si tiene a Surin il Raduno degli Elefanti, una festa popolare durante la quale si possono vedere i pachidermi sfilano, danzano, giocano a tiro alla fune e addirittura a calcio. Questo evento ha le sembianze di un carnevale, attira circa 40.000 visitatori ogni anno ed offre spettacolo e divertimento.

Forse può interessarti anche la nostra mini – guida di Bangkok e il nostro post sulle 10 più belle isole della Thailandia.

Vola a Bangkok con lol.travel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vuoi essere sempre informato?
Non perderti i nostri articoli e tutte le novità per i tuoi viaggi!