Il ponte dei sogni compie 150 anni.

Proprio così, 150 anni fa veniva posata la prima pietra del famoso Ponte di Brooklyn, icona d’America che offre uno dei paesaggi più suggestivi al mondo, lo skyline della grande mela.
Lungo circa 2,5 km, è attraversato ogni giorno da centinaia di auto, pedoni, biciclette, e può essere percorso facilmente nelle apposite corsie dove è possibile fermarsi per scattare foto (al tramonto lo spettacolo toglie il fiato), e se pensate di prendervela con comodo mettente in conto che ci vorranno circa 45 minuti tra andata e ritorno (5 km), quindi probabilmente il mezzo più idoneo potrebbe proprio essere la bicicletta che si può noleggiare facilmente.

Un pò di storia

Il creatore del ponte è John Augustus Roebling, che nel 1867 presentò il progetto di un ponte sospeso sull’East River, il primo in acciaio, che collegasse la città di New York e Brooklyn (all’epoca erano due città divise, si unirono solo nel 1898) con lo scopo di facilitare lo spostamento di persone e merci.
Dopo che il progetto venne avallato, i lavori vennero rimandati a causa della morte di Roebling (22 luglio 1869) che non superò un’infezione da tetano contratto alcuni mesi prima. I lavori iniziarono così solo il 2 gennaio 1870 sotto la supervisione del figlio, Washington Roebling, che venne assunto dalla New York Bridge Company come capo ingegnere.
Anche il destino del figlio però fu infelice, infatti rimase paralizzato a causa di un’embolia gassosa che si manifestò a seguito di una sua visita nelle camere di scavo sottomarine del ponte.
Ebbe quindi bisogno dell’aiuto della moglie, Emily Warren Roebling, che portò avanti l’imponente e ambizioso progetto.
Il 24 maggio 1883, circa 13 anni dopo la posa della prima pietra fu il giorno della grande inaugurazione. La prima persona ad effettuare l’intera traversata fu proprio la moglie Emily che porto con sè un gallo in segno di vittoria.

Ancora oggi è presente una targa in memoria degli autori di questa grande impresa.

Curiosità

Il 17 maggio 1884, PT Barnum (The Greatest Showman) portò sul ponte di Brooklyn ben 21 elefanti, con l’intento di dimostrare che fosse stabile e sicuro. I protagonisti dell’impresa furono Jumbo, un elefante di oltre 7 tonnellate di peso, ed altri 20 elefanti che lasciarono momentaneamente il tendone del Circo per attraversare l’East River da Brooklyn fino a Manhattan.

Il fascino di New York e del suo ponte sono intramontabili, quest’anno ancora di più. Non perdere l’occasione di festeggiare questo compleanno speciale!

Guarda Voli per New York

Guarda Hotel per New York

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag HTML e gli attributi :

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vuoi essere sempre informato?
Non perderti i nostri articoli e tutte le novità per i tuoi viaggi!